Associazione culturale Teatro del Mediterraneo

 

 

CHI SIAMO   EVENTI   PRODUZIONI   SERVIZI  PARTNER   BANDI  STAMPA  CONTATTACI

 

 Associazione   Premio   Festival   Giornale  Due Sicilie  

 Bandi  Corso di giornalismo  Eventi Ambiente

Medef 2020, miglior film del Mediterraneo "El Arte de Volver", consegnato alla Villa dei Critici del Lido di Venezia dagli artisti dell'Atelier F della cattedra di pittura dell'Accademia di Belle Arti di Venezia

Miglior film del Mediterraneo, "El Arte de Volver", Spagna, regia di Pedro Collantes,  con Macarena García, Ingrid García Jonsson, Luka Peros, Mireia Oriol, Nacho Sánchez. Quattordici anni dopo Volver di Almodovar, arriva ancora dalla Spagna un'opera sul tema del Ritorno con al centro  un personaggio femminile, Noemí, che in una serie di incontri ripercorre le stagioni della vita. Noemi è una giovane attrice che ritorna a casa dopo sei anni a New York per partecipare a un provino che potrebbe dare una svolta alla sua carriera. Ritrova il nonno, costretto a letto in una residenza per anziani, che la incoraggia a perseverare nel mondo della recitazione e le racconta i ricordi dei suoi anni migliori. Ritrova la sorella più piccola con la quale ha perso la complicità che avevano una volta. Le cose sono diverse con Carlos, un vecchio amico. Ridono di cuore durante una passeggiata in una pineta. Ognuno sentiva la mancanza dell'altro. Il premio é stato consegnato alla Villa della Cri5ica, al Lido di Venezia, il 6 settembre 2020, dagli artisti dell'Atelier F della cattedra di pittura dell'Accademia di Belle Arti di Venezia che rivendicano la ricnquista del loro atelier chiuso per l'alluvione.

Medef 2020, miglior documentario del Mediterraneo alla Macedonia per "Albanian Soul" di Hajdar Hajdari, storia di un gruppo che salva le proprie tradizioni musicali albanesi e delle comunità arbereshe

 

Miglior documentario del Mediterraneo, "Albanian Soul", Macedonia, regia di Hajdar Hajdari, prodotto dallo studio Akon. La storia vera di un gruppo di ragazzi che cominciano a suonare e partono dalla musica tradizionale albanese. Innovano gi generi tradizionali e sviluppano nuove sonorità dando continuità alla musica albanese. Girato con un buon montaggio e una fotografia trasparente ed efficace. La Macedonia si affaccia alla cinematografia europea, in punta di piedi, ma con grande passione, unendo tradizione e tecnologie. Un lavoro non semplice, come potrebbe sembrare, e non parla solo del successo di una band, ma soprattutto della salvaguardia delle loro tradizioni non solo musicali, ma anche sociali: musica live nei bar, ma anche partecipazione ai riti comunitari, a partire da banche matrimoniali. Il premio é stato consegnato in diretta streaming, sabato 6 febbraio alle 9,30, in una diretta condotta da Sofia Zanotti, dell'Università di Bologna. Interventi del segretario del sindacato giornalisti Andrea Musmeci, della preside del liceo scientifico "Leonardo da Vinci" e dell'ambasciatore del Kosovo a Skopje e la presenza di Lucia Martino, da Frascineto, in rappresentanza della comunità arbereshe in Italia.

 

                        

Federazione Nazionale della Stampa - Unione Nazionale Cronisti Italiani -

Ministero della Pubblica Istruzione

Corso online di giornalismo Junior Reporter, anche corsi di recupero per chi parte in ritardo

Festival delle Due Sicilie 2020 vince "Celeste" di Libera Imago, miglior performance Giampaolo Sardella con "Moderno Restaurant", miglior scenografia I Frastornati di Castelbuono di Palermo con "Casa campagna"

 

Sono aperte fino al 15 novembre, le iscrizioni per il corso online di giornalismo; organizzato dall'associazione culturale Teatro del Mediterraneo, compreso il corso per adulti.  Per iscriversi scuole o studenti o chiunque voglia avvicinarsi al giornalismo deve mandare una email con la richiesta di iscrizione a info@teatrodelmediterraneo.org  o al numero di fax  : 06.233227236. Per ottenere il rilascio dell'attestato di partecipazione, valido come credito scolastico e la partecipazione al premio "Junior Reporter" occorrerà la presenza all'80% delle lezioni, Le lezioni si terranno il martedì dalle 14 alle 15; a partire dal momento in cui si arriverà a un numero di dieci iscritti. Esercitazioni con selezione argomenti, redazione di articoli o servizi o tek o comunicati stampa, correzione e pubblicazione online ed eventuali stages di organizzazione venti, videoproduzioni, videoreporter, critica cinematografica presso testate, centri radiotelevisivi, uffici stampa, festival, eventi. Nel corso del secondo anno di frequenza, i selezionati saranno avviati alla pratica giornalistica. Tutti gli articoli saranno pubblicati nella testata giornalistica online www.radiocampus.us.

"Per un'esperienza intensissima che ha toccato con un tema delicatissimo le corde più intime e profonde della coscienza dello spettatore". Con questa motivazione la compagnia Libera Imago di Napoli con lo spettacolo "Celeste" ha vinto il IV Festival delle Due Sicilie.Dopo tre anni di dominio della Sicilia ,la Campania ha fatto incetta di  premi. "Celeste" si è aggiudicata anche  il premio per la miglior regia e il miglior spettacolo. Miglior protagonista "Moderno Restaurant" di Giampaolo Sardella di Canosa di Puglia. Miglior scenografia, I Frastornati di Castelbuono, Palermo con "Casa Campagna". Una giuria di ragazzi ha votato in giugno gli spettacoli, al teatro San Bruno di Reggio Calabria. La  diretta streaming della premiazione é andata in onda sabato 6 febbraio alle 20.30 condotta da Jelena Zakevic. Hanno collaborato l'Università di Bologna, l'Atelier F della cattedra di pittura dell'Accademia di Venezia e il liceo "Vinci" di Reggio Calabria.

Museo Virtuale ai Fortini di Pentimele in collaborazione con l'Osservatorio Pubblicitario dell'Università della Calabria

"I Cantieri dell'arte contro la violenza delle mafie", installazioni e performance nella Locride

Cosenza - Maturato all'interno dell'Osservatorio Pubblicitario del CIES dell'Università della Calabria, la collaborazione con l'architetto Santoro e la X Circoscrizione di Reggio Calabria, il progetto intende salvaguardare l'area verde della collina di Pentimele,le sue leggende, i siti delle necropoli ellenistiche, le sue pecularietà ambientali, la sua storia e i fortini nati a difesa dello Stretto di Messina. L'idea di un Museo Virtuale come visione dello Stretto e incontro tra studiosi e pubblico negli anni dell'Innovazione Tecnologica e concettuale sembrava far risalire la città di Reggio nei rank mondiali come appetibilità e il territorio di Archi, come un centro di ricerca di altissime tecnologiche e di bellezza. Il progetto presentato a metà anni Novanta, é stato esposto nei locali della Decima Circoscrizione.

Locri - L'Associazione culturale "Teatro  del Mediterraneo" ha organizzato in collaborazione con la Web Art Community "il Faro Verde" e l'associazione "Libera", una settimana di intersezioni e performance visive "I Cantieri dell'Arte contro la violenza delle mafie" (24-29 giugno 2008) a cura di Francesco Votano. Installazioni e inserti in una città martoriata dalla violenza, realizzati da sette artisti che per una settimana hanno soggiornato in città, adoperando materiali locali e lavorando a contatto con la gente, in strada, nelle piazze, davanti le chiese. Alla cerimonia finale, durante la quale é stato aperto il cavallo di Troia simbolico e liberate le energie pulite, ha partecipato anche il direttore di Rai Parlamento, Anna La Rosa. dI Francesco Macrì

Installazioni Cantieri dell'Arte: "Dialoghi ai confini del ponte", torretta Valadier, Roma

Le melodie mozarabiche dei Cuntrovatori duecenteschi nel progetto di ricerca musicale delle forme dei Hjiuri e Rispetti

 

Roma - L'Associazione culturale "Teatro del Mediterraneo" ha organizzato in collaborazione con la Web Art Community "il Faro Verde", la mostra "Dialoghi ai confini del ponte"a cura di Francesco Votano. Duecento visitatori dall'11 al 17 dicembre, negli spazi della torretta Valadier, l'unica roccaforte sui ponti urbani del Tevere. Hanno partecipato associazioni della terza età, per la Pace nel mondo, galleristi e artisti. Uno studio sul Ponte che divide e unisce. Nel luogo in cui Massenzio e Costantino hanno combattuto per l'Impero e la Cristianità, nel punto in cui Paganesimo e Cattolicesimo si sono incontrati, come fanno centinaia di migliaia di persone di tutto il mondo. Realtà che si incontrano nel momento in cui il Cristianesimo esce dalle catacombe e comincia la predicazione in superficie, che dopo qualche anno sarà protetta dall'imperatore Costantino e dall'imperatrice Elena. Un scolta per tutto il mondo Occidentale, ma anche un segno quello dei labari che creano un percorso nuovo dentro la Chiesa di Roma e la comunicazione rituale, simbolica e pubblica.

L'Associazione ha varato un progetto di ricerca e recupero delle musiche dei Cuntruvadori del Duecento. Prima ancora che i canterini provenzali, dessero vita al volgare italiano. Evento dimostrato non solo dai cantori della Cappella Palatina e della Scuola Siciliana alla corte di Federico II di Svevia (dove i calabresi venivano definiti con la nazione di appartenenza quindi Siciliani), ma anche é soprattutto perché la nuova lingua italiana nasce dalla musica mozarabica e dalla calata dello zejel arabo. Una frequentazione tra cristiani calabresi e arabi siciliani così sviluppata nello Stretto di Messina che i pescatori delle due sponde avevano sviluppato una comune koiné :  lingue, codici e anche una moneta comune, il tarì arabo. Insieme a un cantastorie Piromalli e uno studioso e musicista Francesco Macrì abbiamo avviato le ricerche per la ricostruzione di Fiori e Rispetti, alla base della nascita del volgare italiano, tenendo perfino concerti durante festival e nelle scuole.

Progetti Europei : Azione Giovani 3 per salvare la cultura di un quartiere

 Nuovi Bandi per artisti, collaboratori e  studenti : tirocini e stages

 

L'Associazione culturale "Teatro del Mediterraneo" ha concluso i lavori per un'azione con i ragazzi del quartiere di Archi. Una delle periferie più maltrattate e sofferenti d'Europa. L'Azione che ha prodotto anche un cd insieme a studenti dai 15 ai 18 anni, per il recupero della Memoria della Storia, delle Tradizioni Culturali e del Suolo del quartiere che comprende la collina di Pentimele. Così sono stati ricordate le parrocchie di Santa Maria del Bosco, il saccheggio dei Corsari del 1562, la Cappella Reale di Ruggero il Normanno durante l'assedio di Reggio nel 1060, i Sette Fiumi Sacri cari ad Oreste, la mandibola preistorica del Pinguino Boreale e la necropoli dell'età del Ferro. E' stato realizzato un ipertesto che da quel momento ha valorizzato la chiesa melchita di sant'Antonio egiziaco, capo spirituale dei melchiti d'Egitto, stabilitosi in Archi durante le persecuzioni. La chiesa ha una navata e tre absidi, annesso c'era un monastero, sotto una stanza per la raccolta di cibo e poi tre tunnel cancellati dai terremoti, uno diretto al porto di Pentimele e uno al kastron poi il castello il Palombaro di Reggio.

L'Associazione culturale “Teatro del Mediterraneo” organizza la nuova edizione del premio internazionale “Gino Votano” per il miglior documentario e fiction del Mediterraneo, il corso di giornalismo e critica cinematografica online per gli universitari e gli studenti delle scuole medie reggine e calabresi e allo stage per organizzazione eventi e produzione video e documentari. La manifestazione al momento gode del patrocinio della Federazione Nazionale della Stampa, dell’Unione Nazionale Cronisti Italiani. Obiettivo la Mediterranean' House per accogliere incontri e dibattiti della mediterranean way of life. la riscoperta delle identità, dei costumi e dei linguaggi mediterranei.

   

Associazione   Premio   Festival   Giornale  

Scrivi a Teatro del Mediterraneo